Filosofia

Per alcuni la casa è la rappresentazione materiale del nostro mondo interno laddove ogni oggetto, ogni colore, ogni spazio, esprimono sul piano materiale qualcosa di noi.

Addirittura secondo i principi dell’antica disciplina cinese del feng shui, ogni area della casa è collegata, a livello energetico, ad un aspetto della nostra vita. Senza necessariamente entrare nei dettagli di discipline così antiche, credo che ognuno di noi abbia delle sensazioni rispetto all’ambiente in cui vive o lavora.

Avete mai fatto caso se entrando in un’abitazione, un ufficio o un negozio avvertite una piacevole sensazione? Si è molto più sensibili nei confronti dello spazio di quanto si pensi. Una stanza può farti sentire turbato e a disagio, oppure a tuo agio e ben accolto; può ispirare o confondere; può farti sentire piccolo o grande.

Le case possono essere eleganti, alla moda e attraenti ma non è sempre piacevole trovarsi lì, suggestivo non sempre significa confortevole; altre case possono essere modeste ma è gradevole starci, sono belle dentro, sono case con stanze dove vuoi stare. Ci sono abitazioni più confortevoli di altre, case tranquille e organizzate, non necessariamente grandi ma che sembrano spaziose e aperte.

Io ritengo che lo scopo principale delle nostre case sia quello di fare da supporto alla vita che avviene al loro interno, la bellezza ha molto più a che fare con il sostegno che una stanza dà ai suoi occupanti piuttosto che con il suo aspetto esteriore. La consapevolezza che un ambiente può non solo essere bello dal di fuori, ma può essere bello anche all’interno, favorendo l’attività che stai svolgendo.

La chiave sta nel saper unire le due metà…